Diari d’Europa #398 – Lavoratori e povertà nell’Unione Europea

42

Troppo spesso si associa il tema della povertà a chi non ha un lavoro, dimenticando che si può avere un lavoro ed essere a rischio di povertà.
Nella ricca Unione Europea i lavoratori a rischio povertà sono in media 9 su 100, in Italia va anche peggio con un 11,8%. Siamo in fondo alla classifica in compagnia di Romania (15,7%), Spagna (12,7%); i lavoratori meno a rischio povertà sono Finlandia (2,9%), Repubblica Ceca (3,5%) e Irlanda (4,3%).
Un’attenzione particolare merita il “ricco” Lussemburgo dove i lavoratori a rischio povertà sono il 12,1%, peggio che in Italia. Un dato che si spiega con il criterio utilizzato per definire il rischio di povertà, attribuito a chi è sotto il 60% del reddito mediano.
Come dire che, in un Paese con un alto reddito mediano, più alta può essere la percentuale di lavoratori che rischiano di essere poveri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here