Diari d’Europa #164 – Ungheria, un’isola senza mare

21

Ungheria, un’isola senza mare

È da sempre un desiderio dei dittatori avere uno sbocco sul mare, non si sa se per aggredire o per scappare, magari entrambe le cose nell’ordine.

Vista la sua posizione geografica in Europa, l’impresa sembrava impossibile per l’Ungheria, ma non per il suo “padre padrone” Viktor Orban, Primo ministro magiaro.

C’è riuscito approfittando del Covid-19 e chiudendo le frontiere agli europei, salvo agli abitanti dei suoi Paesi complici del Gruppo di Visegrad: Polonia, Slovacchia e Repubblica Ceca, chiamati a proteggere l’Ungheria, allargando prudentemente l’isola senza mare intorno.

Come dire che i “sovranisti “ si proteggono dall’Europa. Quando ci proteggeremo noi da loro?