Datori di lavoro uniti per l’integrazione

714

Il 23 Maggio 2017 Bruxelles ha ospitato la seconda sessione del dialogo europeo sulle competenze e la migrazione coinvolgendo diversi commissari europei, amministratori delegati e altri rappresentanti ad alto livello di varie società impegnate a promuovere l’integrazione dei migranti, come IKEA, Deutsche Telekom, NCC, Accenture, B-post, Scandic hotels, ADECCO e Microsoft. Il dialogo si concentra in questa edizione sull’integrazione lavorativa dei rifugiati e di altri migranti in soggiorno regolare supportando l’iniziativa “Datori di lavoro uniti per l’integrazione“. Un’integrazione efficace dei rifugiati nel mondo lavorativo è considerata un momento fondamentale per promuovere una società sempre più inclusiva e diversificata. Allo stesso tempo un adeguato riconoscimento delle competenze dei rifugiati permetterebbe di fornire loro maggiore indipendenza economica nonché contribuire ad ottenere risultati imprenditoriali migliori.

Dimitris Avramopoulos, Commissario per la Migrazione, gli affari interni e la cittadinanza, ha dichiarato: “Fare dell’integrazione una realtà è un imperativo non solo sociale ma anche economico. Solo integrando efficacemente nell’UE tutti i migranti potremo trasformare la migrazione in un’opportunità sia per i migranti sia per la società e l’economia europee.”

Infine, Birgit Klesper, primo vicepresidente e responsabile delle imprese del gruppo Deutsche Telekom AG, ha dichiarato: “Per soddisfare un’integrazione efficace a livello europeo è fondamentale un approccio multi partecipativo. Se agiamo tutti di concerto – mondo politico, responsabili politici, società civile e imprese – questa grande sfida può diventare una grande opportunità”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here