Da Kyoto a Parigi giorno per giorno: 19 A che punto è la salute del Pianeta

994
In attesa dell’avvio a Parigi, il prossimo 30 novembre, della XXI Conferenza delle Parti (COP 21) della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC), la redazione APICE propone alcuni spunti sul tema dell’ambiente tratti da
Agenda sussidiario 2015-2016 “Passato, presente, ambiente”, Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Cuneo, 2015.

A che punto è la salute del Pianeta.

A cura di Adriana Longoni

«Cina, Stati Uniti, Filippine, Indonesia e India sono i cinque Paesi più battuti dalle calamità; in particolare, lo Stato cinese ha subito, solo lo scorso anno, 42 catastrofi naturali. Ciononostante, il 2013 ha fatto registrare un calo del 9,2% rispetto al 2012. La media del decennio 2003-2012 è stata di 388 catastrofi l’anno, con quasi 1/3 della popolazione mondiale colpito. Tali numeri mostrano chiaramente quanto siano importanti le misure volte alla prevenzione».

La Stampa (13 ottobre 2014)

«Tre volte il numero di profughi causati dalle guerre: nel 2013 nel mondo ci sono stati 22 milioni di sfollati a causa dei disastri naturali. Lo afferma il Rapporto annuale del centro studi norvegese International Displacement Monitoring Centre, secondo cui la quasi totalità, 19 milioni, è nella sola Asia. La cifra, spiega il Documento, è leggermente al di sotto dei 27 milioni di media annua che si sono avuti tra il 2008 e il 2013».

La Repubblica (17 settembre 2014)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here