Coronavirus e ricerca: proseguono gli investimenti dell’UE

37

Selezionati i progetti presentati con l’invito di marzo. Nuovo invito in scadenza a giugno

Prosegue a ritmi serrati l’imponente opera di finanziamento della ricerca sul coronavirus da parte dell’Unione Europea.

La Commissione ha comunicato l’elenco dei progetti selezionati attraverso l’invito a presentare proposte emanato a marzo, nell’ambito della risposta comune europea al coronavirus. In totale, sono stati selezionati 8 diversi progetti: cinque si concentreranno sull’ambito diagnostico, con l’obiettivo di sviluppare dispositivi a rapida efficacia e utilizzabili anche al di fuori delle strutture sanitarie; tre verteranno sullo sviluppo di terapie efficaci, anche in previsione di nuove, future epidemie.

Per finanziare i progetti – che coinvolgeranno in totale 94 differenti organizzazioni tra università, enti pubblici, istituti di ricerca e imprese private – la dotazione di Orizzonte 2020 sarà incrementata significativamente, portandola dai 45 milioni di Euro previsti a 72 milioni. I restanti finanziamenti saranno erogati dall’industria farmaceutica, dal partenariato pubblico-privato dell’iniziativa sui medicinali innovativi (IMI) e da altre organizzazioni, portando le risorse complessivamente disponibili a 117 milioni di Euro.

La Commissione ha altresì annunciato un nuovo invito a proporre, a sostegno del quale sono stati stanziati 122 milioni di Euro.

L’invito, la cui scadenza è prevista per l’11 giugno, si inserisce nel piano d’azione ERAvsCorona, frutto della collaborazione tra la Commissione e le istituzioni nazionali, e sosterrà progetti di ricerca in cinque differenti settori: creazione di tecnologie mediche e strumenti digitali di sorveglianza medica ad alta tecnologia (56 milioni di Euro); produzione di apparecchiature mediche essenziali (23 milioni di Euro); valutazione degli impatti comportamentali e socio-economici della risposta alla pandemia (20 milioni di Euro); sviluppo di analisi condotte su coorti (grandi gruppi di pazienti) pan-europee (20 milioni di Euro) e collaborazione tra coorti europee ed internazionali (3 milioni di Euro).

Per approfondire: i finanziamenti in ricerca e innovazione, i fondi per terapie e diagnostica

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here