Aiuti umanitari: nuovi stanziamenti UE per 150 milioni di Euro

13

I nuovi pacchetti consentiranno di far fronte alle nuove necessità umanitarie dovute all’epidemia di coronavirus

Nuovi importanti stanziamenti umanitari sono stati disposti dall’Unione Europea nel corso dell’ultima settimana, per un volume complessivo che supera i 150 milioni di Euro.

Un primo pacchetto da 105,5 milioni sarà destinato ai Paesi del Corno d’Africa, ove la situazione umanitaria, già resa precaria da conflitti armati e dai frequenti periodi di inondazioni e siccità che colpiscono l’area, è stata ulteriormente aggravata dalla recente diffusione delle locuste e dalle difficoltà nella distribuzione di aiuti umanitari dovuta all’attuale epidemia di coronavirus, mettendo in pericolo la sicurezza alimentare per 25 milioni di persone. Gli aiuti, che interesseranno quattro diversi Paesi – Somalia (48 milioni di Euro), Etiopia (42 milioni), Kenia (15 milioni) e Gibuti (500mila Euro) – finanzieranno progetti mirati a curare la malnutrizione, specialmente infantile; a fornire assistenza sanitaria, anche in relazione alle necessità legate all’epidemia di coronavirus; ad erogare servizi essenziali alla numerosa popolazione di rifugiati e sfollati; ad offrire agli agricoltori locali semenze e foraggio in quantità sufficienti a garantire livelli adeguati produzione alimentare.

Un secondo pacchetto di aiuti, dell’ammontare di 50 milioni di Euro, contribuirà a fronteggiare l’aumento del fabbisogno umanitario globale causato dall’epidemia in corso, rispondendo all’appello delle Nazioni Unite e di diverse organizzazioni umanitarie internazionali. Gli aiuti interesseranno diverse regioni dell’Africa sub-sahariana, oltre a Siria, Yemen, Palestina, Venezuela e alle comunità rohingya in Myanmar e Bangladesh, e consentiranno la fornitura di dispositivi di protezione medica e l’erogazione di acqua, generi alimentari e servizi igienico-sanitari.

Per approfondire: nuovi fondi per la risposta globale, gli aiuti umanitari ai Paesi del Corno d’Africa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here