Budget umanitario 2021: per l’UE stanziamento record da 1,6 miliardi di Euro

69

Netto incremento per far fronte agli scenari di crisi globali, aggravati dalla pandemia

La Commissione europea ha recentemente adottato il budget iniziale 2021 per gli interventi umanitari: in considerazione della crisi dovuta alla pandemia di coronavirus – che grava su un contesto globale caratterizzato da numerosi scenari di crisi umanitarie, emergenze climatiche e conflitti – il nuovo budget si caratterizza per un deciso incremento rispetto al precedente, attestandosi a 1,4 miliardi di Euro contro i 900 milioni di Euro del 2020 (+60%).

Rispetto alle macro-aree geografiche di intervento, le risorse saranno così distribuite:

  • 505 milioni di Euro saranno destinati all’Africa sub-sahariana, allo scopo di far fronte ai bisogni delle popolazioni dell’area del bacino del Lago Ciad, del Sahel, del Corno d’Africa, del Sud Sudan e della Repubblica Centrafricana;
  • 385 milioni di Euro saranno destinati all’area mediorientale, e in particolar modo alle popolazioni di Siria e Yemen, vittime di sanguinose guerre civili in corso ormai da diversi anni;
  • 180 milioni di Euro saranno destinati agli interventi umanitari in Asia e America Latina, in particolar modo nelle rispettive, attuali aree di crisi: Afghanistan e Bangladesh, Venezuela e Colombia;
  • 28 milioni di Euro sosterranno iniziative umanitarie sul continente europeo, che vede le sue principali aree di crisi nell’Ucraina, nei Balcani e nel Caucaso;
  • 302 milioni di Euro saranno costituiranno infine la riserva per future, eventuali, nuove crisi umanitarie, e finanzieranno i ponti aerei realizzati dall’Unione. 

Per approfondire: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here