Arrivi nel Mediterraneo: ultimi dati dalle Nazioni Unite

850

L’Agenzia ONU preposta all’analisi e allo studio dei flussi migratori (Organizzazione internazionale sulle Migrazioni, IOM) ha diffuso il 18 agosto gli ultimi dati sugli arrivi via mare in Europa.

Nel periodo compreso tra il 1 gennaio e il 16 agosto 2017 sono arrivate via mare 119.069 persone, meno di quante ne erano arrivate nello stesso periodo del 2016 (266.423).

La maggior parte dei migranti e dei profughi sono sbarcati in Italia (83%); i rimanenti sbarchi si sono equamente divisi tra Grecia, Cipro e Spagna.

I morti in mare sarebbero stati, secondo le stime IOM 2.410 nel 2017, anche questo tragico dato sarebbe dunque in calo rispetto allo stesso periodo del 2016 (3.208).

Il Report contiene una sintesi dei dati forniti dalle autorità spagnole (oltre 8.000 arrivi con un picco di oltre 3.000 nel mese di giugno), italiane (gli arrivi totali sono stati oltre 97.000, i picchi si sono raggiunti nei mesi di maggio e giugno, mentre il dato che colpisce è il numero di sbarchi di agosto che nel 2017 è stato di 10 volte inferiore rispetto all’anno precedente) e greche (12.725 arrivi nel 2017).

Fonte: Organizzazione internazionale delle Migrazioni

Approfondimento: Missing Migrants project

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here