Aiuti al commercio: l’UE si conferma leader globale

19
La Commissione europea pubblica la relazione 2021

Dal 2007, in linea con l’iniziativa Aid for Trade dell’Organizzazione mondiale del commercio (OMC), l’Unione europea persegue una Strategia globale in materia di aiuti al commercio volta a promuovere lo sviluppo globale attraverso il sostegno al commercio; dal 2017, la strategia è stata rivista allo scopo di conformarla agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda ONU 2030, focalizzandosi, in particolar modo, sull’emancipazione economica femminile, la tutela ambientale e la digitalizzazione. 

Secondo i dati della relazione relativa ai risultati conseguiti dalla Strategia nel corso del 2021, recentemente pubblicata dalla Commissione europea, l’UE e i Paesi membri risultano essere i principali fornitori globali di aiuti con uno stanziamento complessivo pari a 17,9 miliardi di euro, pari al 38% delle risorse globalmente destinate a tale scopo (dati 2019). 

I Paesi del continente africano risultano nettamente tra i principali beneficiari, vedendosi assegnati il 43% delle risorse complessive; seguono Asia (21%), Europa (extra-UE: Paesi candidati all’adesione o facenti parte dei partenariati UE) e Americhe (8%). 

Tra l’aprile 2020 e l’aprile 2021, l’UE ha mobilitato circa 46 miliardi di euro per far fronte ai contraccolpi economici della pandemia, che hanno comportato una flessione delle importazioni in UE dai Paesi in via di sviluppo di quasi 100 miliardi di euro.

Agli aiuti, si sono inoltre affiancati investimenti e accordi di libero scambio, nonchè iniziative settoriali di sviluppo regionale come il polo digitale per lo sviluppo (Digital for Development, D4D), il primo dei quali è stato reso operativo tra UE e Unione Africana.

Per approfondire: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here