Agenda Urbana UE: i risultati della consultazione

1240

In occasione del secondo Forum europeo delle città (European Cities Forum) la Commissione Europea ha presentato i risultati della Consultazione pubblica sull’Agenda Urbana da cui emerge la necessità di un maggior coordinamento tra le politiche dell’UE che si caratterizzano per una dimensione urbana.

In base ai risultati della Consultazione la Commissione propone quattro direzioni di lavoro.

Vi è in primo luogo il potenziamento delle iniziative smart cities con obiettivi di transizione verso un’economia a basse emissioni, resilienza delle città ai cambiamenti climatici e ampliamento del potenziale urbano di inclusione sociale.

Altra direzione di lavoro su cui investire è l’efficace utilizzo degli strumenti di regolamentazione e valutazione degli interventi di politica urbana (valutazione di impatto e coinvolgimento degli stakeholders locali).

Vi è, poi, un invito a fare maggiore utilizzo di strumenti di coordinamento delle politiche urbane, come i Partenariati europei per l’innovazione di città e comunità locali le azioni innovative urbane e la piattaforma europea sul cambiamento climatici (ADAPT), al fine di migliorare l’accessibilità, l’efficacia e l’azione sinergica delle attività esistenti.

Dalla Consultazione emerge, infine, la necessità di «migliorare l’intelligenza urbana» producendo nuovi dati che consentano la comparazione e il monitoraggio delle performances delle città e la loro conseguente armonizzazione.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here