15 settembre: Giornata Internazionale della Democrazia

964

Ancora 51 regimi autoritari nel mondo e l’Italia è “solo” una democrazia imperfetta

Istituita l’8 novembre 2007 dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, la giornata Internazionale della Democrazia viene celebrata da allora ogni 15 settembre. È un’occasione per ricordarci l’importanza di preservare e curare le conquiste che abbiamo ottenuto nei tempi passati, ma anche per ricordaci delle lotte che ancora dobbiamo combattere, delle sfide che ancora dobbiamo affrontare, per portare veramente la democrazia e la libertà nella vita di ogni uomo.

La democrazia nel mondo è ancora ben lontana dall’essere realizzata. Il Democracy index, un indice elaborato nel 2016 dal settimanale The Economist che calcola il livello di democrazia di 167 stati sovrani, mostra infatti che di questi ben 51 sono regimi autoritari e solo 19 vengono classificati come “Completamente democratici”. Nemmeno l’Italia, purtroppo, è tra questi che si classifica al ventiduesimo posto e viene definita come “Democrazia imperfetta”.

Viviamo in un periodo di profonda crisi della democrazia. La società civile prova sempre più diffidenza verso la classe politica ed è proprio per questo che celebrare la giornata della democrazia è oggi quanto mai importante per cercare di risanare quel rapporto che si sta lentamente incrinando, per favorire la collaborazione fra i diversi soggetti della società e per trasformare l’ideale della democrazia in una realtà di tutto il mondo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here