Vertice di Sofia: si rafforzano i rapporti diplomatici tra l’UE e i Balcani Occidentali

131

Lo scorso 10 novembre si è tenuto a Sofia un vertice tra i principali leader dei Paesi dei Balcani occidentali, al fine di consolidare ulteriormente la cooperazione, già esistente a livello regionale, come unico strumento possibile per avanzare nel loro cammino verso l’integrazione europea. In un contesto molto difficile, aggravato dalla permanenza della pandemia da Covid – 19, sono state discusse e affrontate in modo positivo le seguenti tematiche: il piano economico e di investimenti, l’impegno a favore di una maggiore connettività, nonché l’approvazione di iniziative chiave, quali la creazione di un mercato regionale comune, l’avvio di un’agenda verde per i Balcani occidentali e un ulteriore sostegno all’integrazione dei Rom.

Tali impegni, presi dagli Stati interessati, nella sede di Sofia, seguono quelli assunti nel contesto del precedente vertice UE – Balcani occidentali, tenutosi a Zagabria nel mese di maggio. Le iniziative saranno così sostenute anche finanziariamente, da un piano economico – finanziario, adottato dalla Commissione Europea, lo scorso 6 ottobre. Con tale progetto, l’Unione ha come scopo principale quello di mobilitare fino a 9 miliardi di € di sovvenzioni, per dare impulso e sostenere concretamente la ripresa socio – economica della regione. I leader dei Balcani hanno accolto con favore quest’iniziativa e si dicono disposti a favorire le riforme necessarie per conseguire gli ambiziosi obiettivi, tra cui il nuovo pacchetto 2020 per la connettività.

Così ha commentato la Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen: “l’impegno al fianco dei nostri partner dei Balcani occidentali rimane una priorità fondamentale per l’UE e l’orientamento europeo continua a costituire il motore del cambiamento nella regione. L’impegno assunto dai leader dei Balcani occidentali di creare un mercato regionale comune e di attuare la transizione verde e digitale è fondamentale per avvicinare la regione all’UE. Allo stesso tempo, tutto ciò apporterà benefici tangibili alle popolazioni interessate, oltre a rafforzare ulteriormente il nostro legame con la regione”.

Per ulteriori informazioni: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here