Unione Europea – Giappone: impegno comune in favore di una conclusione rapida dei negoziati commerciali

839

Il Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e il Presidente del Consiglio europeo Donald Tusk hanno recentemente incontrato Shinzo Abe, il Primo Ministro del Giappone. In tale occasione, le due parti hanno confermato il loro comune impegno a concludere rapidamente un accordo commerciale bilaterale e un accordo di partenariato strategico.

In una dichiarazione formulata prima dell’incontro, il Presidente Juncker si era espresso in questi termini: «Questo accordo ci pare essere necessario poiché crediamo in un commercio libero, sostenibile e fondato su delle regole. E resteremo anzi rivolti verso il mondo piuttosto che ritornare all’isolazionismo. L’Unione Europea è aperta a un ambiente commerciale leale. Le nostre negoziazioni con il Giappone hanno ora raggiunto una tappa decisiva – e, speriamo, definitiva. La visita del Primo Ministro giapponese Abe ci permetterà di ribadire il nostro impegno politico in favore di un accordo completo, ambizioso ed equilibrato, in modo che i nostri negoziatori competenti possano adempiere ai progressi necessari negli ambiti ancora in sospeso».

«Sono pienamente convinto che le discussioni che hanno avuto luogo apriranno la strada a una conclusione rapida dell’accordo entro la fine di quest’anno» ha aggiunto Juncker. «Con l’avvicinarsi delle ultime tappe del processo di negoziazione, come Unione Europea ci sforzeremo di continuare a garantire un elevato livello di trasparenza e di comunicare direttamente con le parti interessate e la società civile sulle questioni relative alle negoziazioni».

«Sono felice di perseguire questo partenariato con Abe con l’avvicinarsi del prossimo G7, che si terrà a Taormina, e anche, spero, del prossimo incontro Unione Europea – Giappone nel corso del quale potremo fare avere un buon esito alle nostre negoziazioni» ha concluso il Presidente della Commissione europea.

I negoziatori dell’Unione Europea e quelli giapponesi si riuniranno per un nuovo ciclo di negoziati a Tokyo in aprile.

 

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here