UE Tunisia: partenariato per la mobilità

1086

Il partenariato, che ha assunto la forma della dichiarazione congiunta è stato siglato dalla commissaria UE per gli Affari Interni, Cecilia Malmström, dall’ambasciatore tunisino presso il Belgio e l’Unione Europea Tahar Cherif e dai ministri degli Esteri di dieci Stati UE (Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Regno Unito, Polonia, Portogallo, Spagna e Svezia).

Come ha spiegato la commissaria Malmström, il partenariato rappresenta un atto per “agevolare la circolazione delle persone tra l’UE e la Tunisia e promuovere una gestione comune e responsabile dei flussi migratori” con la semplificazione delle procedure per il rilascio dei visti.

Il partenariato prevede un sostegno UE agli sforzi di Tunisi in materia di asilo e protezione dei rifugiati e l’avvio di relazioni di reciprocità in tema di migrazione, mobilità, sicurezza, e fronteggiamento delle sfide comuni.

Miglioramento delle informazioni, riconoscimento delle qualifiche e delle competenza e sforzi comuni per migliorare l’integrazioni dei migranti tunisini entrati regolarmente nell’UE, riassorbimento della migrazione illegale, lotta alla tratta degli esseri umani e miglioramento della gestione delle frontiere sono gli altri fronti di lavoro contemplati dal partenariato.

Per saperne di più

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here