Strumento per i rifugiati in Turchia: i progressi compiuti fino a oggi.

722

Lo scorso 12 gennaio il Comitato Direttivo dello Strumento per i rifugiati in Turchia, che include la Commissione europea, rappresentanti degli Stati membri dell’UE e rappresentanti della Turchia, si è riunito a Bruxelles per la quinta volta. La Commissione europea, che presiedeva la riunione, ha riferito i progressi compiuti fino ad oggi, includendo la concessione di finanziamenti per oltre 200 milioni di euro a favore della costruzione ed equipaggiamento delle scuole per i rifugiati siriani e le comunità ospitanti, nonché l’aumento del supporto umanitario tramite la Rete di Sicurezza Sociale d’Emergenza.

Christos Stylianides, commissario per gli aiuti umanitari e gestione della crisi, ha affermato: “La strategia umanitaria europea implementata nello Strumento per i rifugiati in Turchia ha riscosso un impatto sostanziale sul territorio. In un anno, 517 milioni sono stati devoluti al supporto per i rifugiati in aerea turca includendo gli iniziali 348 milioni del più grande progetto europeo di assistenza mai intrapreso, la Rete di Sicurezza Sociale d’Emergenza. Sono orgoglioso e soddisfatto di aver potuto assistere alla realizzazione di tangibili risultati permessi dall’implemento dello Strumento, che ha garantito sostegno a coloro che più lo necessitavano.”

La Rete Sociale di Sicurezza per le Emergenze è in pieno sviluppo attraverso l’attuale distribuzione delle carte cariche di credito a favore dei rifugiati più vulnerabili. La Commissione europea ha inoltre fatto presente i progressi fatti dal Facility Results Framework e dal sistema di monitoraggio che dovrebbe essere messo in pratica nel corso di quest’anno.

 

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here