Strasburgo contro la tratta di esseri umani

702

La campagna «Cartellino rosso alla prostituzione forzata» lanciata dal Palamento europeo per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla schiavitù sessuale di donne e bambini, soprattutto durante gli eventi sportivi, non si è conclusa l’8 marzo: parte infatti una nuova campagna («Stop the Traffik») di lungo respiro volta ad informare per ridurre la domanda che permette alla tratta di esseri umani di essere la terza fonte di guadagno (dopo il commercio di droghe e di armi) del crimine organizzato internazionale. Simon Coveney (PPE-DE), eurodeputato irlandese che ha promosso l’iniziativa, denuncia che il fenomeno della tratta coinvolge 100.000 donne in Europa e che la situazione peggiorerà   con i Mondiali di Germania 2006, quando 40.000 saranno forzate a prostituirsi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here