Risorse Ue a sostegno di migrazioni, reinsediamenti e rimpatri volontari

488

L’Unione europea ha adottato il 26 febbraio scorso tre nuovi programmi nell’ambito del Fondo fiduciario per l’aiuto di emergenza all’Africa. L’ammontare complessivo delle risorse stanziate è di oltre 150 milioni di euro e la decisione concretizza gli impegni di Unione europea, Unione africana e ONU a favore dei migranti in transito dalla Libia. I nuovi fondi vanno ad aggiungersi agli sforzi già messi in campo per proteggere i migranti e garantire loro delle opportunità di reinserimento È previsto, inoltre uno stanziamento supplementare di 115 milioni di euro deciso da Ue, Organizzazione Internazionale delle Migrazioni (IOM) e Alto commissariato ONU per i rifugiati.

Questo nuovo programma regionale (che fa parte di un programma esistente del valore di 162 milioni di euro) sarà utilizzato per: – garantire l’evacuazione di 3.800 rifugiati dalla Libia; – favorire il rimpatrio volontario nei loro Paesi di origine di 15.000 migranti trattenuti in Libia – sostenere il reinsediamento di 14.000 richiedenti protezione internazionale in Niger, Ciad, Cameroun, Burkina Faso Altri fondi (20 milioni di euro) saranno stanziati, inoltre, a favore delle popolazioni vulnerabili (giovani e donne) in transito nell’area del Sahel (accesso alle cure, all’educazione, alla casa e al sostegno psico-sociale).

Infine analoghe misure (per un valore di 15 milioni di euro) saranno realizzate per sostenere il reinserimento dei migranti in fuga dall’Etiopia; in questo caso, oltre alle iniziative di sostegno psicosociale, sono previste misure che favoriscano l’accesso al microcredito (con lo sviluppo di competenze commerciali e imprenditoriali) e rafforzino il ruolo della società civile nella realizzazione dei processi di rimpatrio.

 

Per approfondire

Fondo fiduciario per l’Africa

Iniziativa congiunta UE-IOM

Iniziativa congiunta Unione Europa – Unione Africana

LASCIA UN COMMENTO