Qualche segnale di miglioramento per l’economia europea

1406

L’economia della zona euro continua a essere in recessione, tuttavia gli indicatori di fiducia economica e i mercati finanziari hanno iniziato a dare segnali di miglioramento, secondo quanto riferito dalla Commissione Europea nel suo Rapporto trimestrale sull’area dell’euro.
Le misure di supporto al sistema bancario adottate dagli Stati membri dall’autunno 2008 hanno avuto un impatto positivo sull’accesso ai capitali, anche se la situazione continua a rimanere fragile, sottolinea la Commissione. Si prevedono infatti altri trimestri di crescita economica negativa e un aumento ulteriore del tasso di disoccupazione, ma nella seconda metà   del 2009 l’economia della zona euro non peggiorerà   ulteriormente. Per questo, secondo l’esecutivo europeo è di estrema importanza che i governi degli Stati membri preparino «strategie di uscita» da adottare appena si creeranno le condizioni, ad esempio attraverso misure fiscali di stimolo all’economia senza escludere ulteriori pacchetti di aiuti.
Positive poi le previsioni inflazionistiche, pur vincolate ai rischi potenziali derivanti dall’oscillazione dei prezzi del petrolio e delle materie prime, mentre per il terzo mese consecutivo si è registrato un miglioramento dell’indice di fiducia economica delle imprese e dei consumatori, anche se rimane ai livelli più bassi dal 1992: a giugno è stato del 73,3 nella zona euro (71,1 nell’UE a 27), con un aumento di 3,2 punti rispetto al mese precedente.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here