Programma LIFE:10 nuovi progetti a tutela dell’ambiente e del clima

1362

La Commissione europea ha approvato,nell’ambito del nuovo programma di finanziamento LIFE per l’ambiente e l’azione per il clima, un pacchetto di investimenti per sostenere l’Europa nella transizione verso un’economia circolare a basse emissioni di carbonio.

Il totale degli investimenti ammonta a 98,2 milioni di euro a sostegno di 10 progetti in diversi Stati europei. Di seguito alcuni di essi:

  1. FRANCIA -Il progetto (34,2 milioni di Euro) prevede, grazie al supporto dell’innovazione, della prevenzione e della gestione dei rifiuti, di raccogliere circa il 30% in più di rifiuti organici nel sud della Francia. Nella regione PACA (Provence-Alpes-Cote d’Azur) infatti, la media della produzione dei rifiuti domestici è molto più elevata rispetto alla media nazionale.
  2. MALTA – il progetto (17 milioni di Euro) mira ad una gestione integrata e sostenibile delle sempre più scarse risorse idriche del Paese. Di particolare importanza in questo progetto sarà la sensibilizzazione dei consumatori in tema di spreco di acqua per uso domestico e del suo riutilizzo.
  3. SPAGNA – sempre in tema di acqua, questo progetto (11,2 milioni di Euro) localizzato nel bacino del fiume Duero che scorre tra la Spagna e il Portogallo, vuole sperimentare un migliore modello di governancedelle risorse idriche e una maggiore partecipazione pubblica alla gestione delle stesse.
  4. DANIMARCA –il progetto (17,4 milioni di Euro) intende intervenire sulle pratiche agricole intensive attivando incentivi per gli agricoltori affinché gestiscano la terra in un modo più rispettoso dell’ambiente. Tale iniziativa prevede inoltre il miglioramento delle condizioni di paludi, sorgenti e praterie protette e vuole fornire un approccio più olistico alla gestione della natura e dell’acqua.
  5. FRANCIA – tale progetto (22,3 milioni dii Euro) mira a salvaguardare gli habitat marini, in particolare le acque intorno alla Francia continentale e alla Corsica, perseguendo l’obiettivo a lungo termine di assicurare che tutti questi siti siano in buone condizioni entro il 2040.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here