Premio del cittadino europeo 2018

Anche quest’anno si è conclusa la fase di selezione dei vincitori del “Premio del cittadino europeo”, concorso alla sua undicesima edizione europea. I cinquanta favoriti sono stati scelti tra cittadini, gruppi, associazioni o organizzazioni dei 28 Stati membri che hanno conseguito risultati eccezionali o che si sono distinti per la loro capacità di “rafforzare l’integrazione europea e il dialogo tra i popoli, mettendo in pratica i valori della Carta dei diritti fondamentali dell’Ue”.

I quattro vincitori italiani sono:

La Fondazione bresciana Assistenza PsicodisabiliOnlus (Bap),sostiene e promuove il Centro abilitativo per minori ‘Francesco Faroni’, che oggi segue gratuitamente 90 minori autistici a partire dall’età di due anni;

La dottoressa Paola Scagnelli, primario di radiologia dell’ospedale di Lodi, che durante le ferie presta il suo servizio di medico presso una casa famiglia gestita dalle suore della Provvidenza per l’infanzia abbandonatain Tanzania;

Il sacerdote don Virginio Colmegna ex direttore di Caritas Lombardia, fondatore negli anni Ottantadi comunità di accoglienza per psichiatrici e minori, tutt’ora attivo nell’reinserimento lavorativo dei detenuti;

Il professor Antonio Silvio Calò che dai tragici eventi di Lampedusa del 2015 ospitanella sua casa e con la collaborazione della sua famiglia, sei immigrati africani.

Il “Premio del cittadino europeo”che consiste in una medaglia d’onore per i singoli e una targa per le onorificenze collettive, verrà consegnato il 9 ottobre 2018 a Bruxelles, dopo le premiazioni nazionali che avverranno nel mese di settembre 2018.

 

Per approfondire: il comunicato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here