Politica di coesione 2010 – 2014: principali risultati

994

Johannes Hahn, commissario per la Politica Regionale europea, ha presentato i risultati raggiunti nel suo ambito di competenza nel corso del suo mandato.

In primo luogo ha messo in evidenza il “nuovo approccio” della politica di coesione che mette al centro i risultati e pone delle precondizioni all’erogazione dei finanziamenti che non si configurano come “sussidi” ma come premio alla qualità.

Altro tema trattato è stato la riforma della politica di coesione che diventa strumento di investimento strategico in vista degli obiettivi di Europa 2020, puntando soprattutto sui settori – chiave della crescita (innovazione, ricerca, strategia digitale, sostegno alle piccole e medie imprese, economia a basse emissioni di carbonio).

Secondo Hahn, poi, la politica di coesione ha protetto le città e le regioni dai colpi più duri della crisi, con il sostegno agli investimenti pubblici. Il sostegno della politica di coesione riveste un’importanza capitale in tempi di permanente politica di risanamento di bilancio.

Altri risultati enunciati dal Commissario sono stati: la difesa e il mantenimento del budget per la politica di coesione, la centralità di obiettivi (che Stati membri e regioni devono fissare chiaramente in maniera anticipata) e qualità dei risultati, lo stretto legame tra politica di coesione e disciplina di bilancio; l’accresciuto ricorso agli strumenti finanziari, il varo dell’Agenda Urbana Europea, di alcune importanti strategie macroregionali già varate (Baltico, Danubio, Atlantico) o in fase di avvio (macroregione Adriatico – ionica e macroregione alpina).

Infine è stato sottolineato che tra il 2010 e il 2014 il Fondo di Solidarietà ha mobilitato 1,5 milioni di euro per la ricostruzione delle zone colpite da alluvioni, terremoti e incendi intervenendo velocemente grazie ad una legislazione snella ed efficiente.

Clicca qui per saperne di più

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here