Nuove norme UE per la sicurezza dell’acqua potabile

39

La Commissione Europea ha adottato nuove norme igieniche per materiali e prodotti in contatto con l’acqua potabile, applicabili dal 31 dicembre 2026. Queste norme mirano a prevenire la crescita microbica e a ridurre il rischio di lisciviazione di sostanze nocive nell’acqua. Si applicheranno a materiali e prodotti utilizzati in nuovi impianti o durante la ristrutturazione di impianti più vecchi, rendendo l’acqua più sicura e riducendo gli oneri amministrativi per le imprese.

La direttiva sull’acqua potabile è stata rivista nel 2020, con nuove norme entrate in vigore a gennaio 2021 in tutta l’UE. Questa revisione, rispondente all’obiettivo “inquinamento zero” del Green Deal europeo, garantisce standard elevati per l’acqua potabile. Le nuove norme sono anche una risposta all’iniziativa dei cittadini europei “Right2Water”. Sei Stati membri non hanno ancora recepito la direttiva nei loro ordinamenti giuridici, ma la Commissione sta collaborando con loro per garantire un corretto recepimento.

Dopo l’adozione di tre atti delegati, il Parlamento europeo e il Consiglio hanno due mesi per obiettare; in caso contrario, gli atti diventano effettivi. Ulteriori lavori sono in corso per metodologie e orientamenti richiesti dalla direttiva sull’acqua potabile, inclusi quelli relativi alla misurazione di microplastiche e sostanze PFAS nell’acqua. L’obiettivo è garantire la sicurezza idrica nell’UE attraverso un approccio più armonizzato e una migliore gestione delle normative.

Per maggiori informazioni: Rendere più sicura l’acqua potabile grazie a nuove norme igieniche a livello dell’UE per i materiali e i prodotti a contatto con l’acqua; Atti di esecuzione e atti delegati; Direttiva sull’acqua potabile (2020/2184/UE); Pagina web sulla direttiva sull’acqua potabile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here