L’Ufficio Europeo per l’Asilo in supporto all’Italia

637

Sono state avviate a fine agosto due iniziative intraprese dall’ufficio europeo per il supporto all’Asilo (EASO) a sostegno dello sforzo italiano nell’accoglienza dei migranti e nella realizzazione del piano Ue su reinsediamenti e ricollocazioni.

La prima iniziativa riguarda specificatamente i minori non accompagnati e si concretizza in una collaborazione con l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, in attuazione della legge 47/2017 contenente “Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati” che, tra l’atro, istituisce la figura del tutore volontario.

Le aree di cooperazione includeranno una campagna nazionale di sensibilizzazione mirata all’individuazione di tutori volontari, e il supporto nella selezione e formazione nelle regioni di competenza. È previsto inoltre lo sviluppo di strumenti pratici e un’attività di assistenza e consulenza. Infine faranno parte di questa cooperazione azioni mirate allo scambio di buone pratiche.

La seconda iniziativa, invece è rappresentata dall’apertura di uno sportello telefonico, analogo a quello già attivo in Grecia, che  è parte della più ampia campagna di informazione sul programma di reinsediamenti e ricollocazioni e fornisce a singoli e organizzazioni chiarimenti su procedure di ricollocazione, ricongiungimento familiare, procedura di registrazione delle richieste di asilo sul territorio nazionale, e stato delle domande per i casi già registrati.

Il numero telefonico da contattare (in italiano, inglese, arabo e tigrino) è 39 345 40 57 316; lo sportello è gestito da personale esperto e da mediatori culturali. È attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 20.

Per approfondire 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here