L’UE supporta il Fondo monetario internazionale nel sostegno ai Paesi a basso reddito

87

Nuovo finanziamento europeo per la cancellazione dei debiti dei paesi meno sviluppati

Per far fronte al devastante impatto economico provocato dalle misure adottate per far fronte alla pandemia, il Fondo monetario internazionale (FMI) ha messo in campo il Catastrophe Containment and Relief Trust (CCRT), uno strumento concepito per permettere la parziale cancellazione di debiti contratti nei confronti del medesimo FMI da parte di Paesi a basso reddito, allo scopo di permettere loro di dirottare le relative risorse in azioni di sostegno alla sanità pubblica e alla popolazione civile.

L’Unione europea e i suoi Paesi membri hanno già impegnato risorse per un ammontare pari ad oltre la metà di quelle complessivamente disponibili nell’ambito del CCRT: includendo il più recente stanziamento da 170 milioni di Euro, finalizzato a sostenere la terza tranche operativa del CCRT, le risorse fornite dall’UE ammontano in totale a 183 milioni di Euro.

Tra i Paesi beneficiari della terza tranche, figurano: Afghanistan, Benin, Burkina Faso, Burundi, Repubblica Centrafricana, Ciad, Comore, Repubblica Democratica del Congo, Gibuti, Etiopia, Gambia, Guinea, Guinea-Bissau, Haiti, Liberia, Madagascar, Malawi, Mali, Mozambico, Nepal, Niger, Ruanda, São Tomé and Príncipe, Sierra Leone, Isole Salomone, Tajikistan, Togo e Yemen.

Per approfondire: il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here