L’UE all’OMS: pronti a fare di più

48

Il Consiglio dichiara che l’Europa è pronta a rafforzare il proprio ruolo nella cooperazione sanitaria globale

Il Consiglio dell’Ue e gli Stati membri si sono recentemente pronunciati in merito al rafforzamento dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), riconoscendone la centralità, a livello internazionale, quale autorità di riferimento in caso di emergenze sanitarie internazionali come quella attuale.

Parallelamente, tuttavia, hanno rilevato quanto le risorse e le capacità di intervento dell’OMS risultino di fatto inferiori rispetto alle aspettative nutrite nei suoi confronti da parte della comunità internazionale; pertanto, hanno annunciato la disponibilità, da parte dell’Unione, a rafforzare il proprio ruolo nella cooperazione sanitaria globale e nel sostegno alle attività dell’OMS, proponendo alcune misure finalizzate in tal senso.

Tra queste, la revisione del sistema di allarme per la dichiarazione di un’emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale (PHEIC) allo scopo di poter tenere conto in maniera adeguata delle specifiche circostanze territoriali; la revisione del Regolamento sanitario internazionale (RSI), allo scopo di aumentarne i livelli di trasparenza a livello nazionale e di consentirvi una differenziazione tra limitazioni alla circolazione da viaggio e commerciali; la previsione della possibilità di effettuare valutazioni epidemiologiche indipendenti nelle aree ad alto rischio, in cooperazione con le autorità locali.

Per approfondire: il comunicato del Consiglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here