La scomparsa di Giorgio Napolitano

89

Se ne è andato un “patriota d’Europa”, venuto da una storia politica tormentata, ma approdato con convinzione al progetto comunitario che interpretò con coerenza e determinazione in importanti ruoli istituzionali: in Italia nel Parlamento, nel governo e infine alla Presidenza della Repubblica; nell’UE come parlamentare attivo, tra l’altro, nell’elaborazione del progetto di Costituzione europea.

Al Quirinale il Presidente Napolitano confermò il protagonismo politico

europeo di molti suoi predecessori, da Luigi Einaudi a Carlo Azeglio Ciampi, trovando nel suo successore, Sergio Mattarella, un altro “patriota d’Europa”, anch’esso alle prese con una stagione difficile per l’Italia nell’Unione Europea.

L’Europa perde uno dei suoi uomini migliori e l’Italia un protagonista dell’Unione Europea, sulla scia di Altiero Spinelli con il quale aveva condiviso il sogno di una Costituzione per l’Europa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here