Islanda e Norvegia rafforzano la cooperazione con l’UE in materia ambientale

170

Ai due Paesi verranno estesi due importanti regolamenti UE in materia di emissioni

L’Unione europea ha recentemente raggiunto un accordo con i governi di Islanda e Norvegia – due dei tre Paesi extra-UE appartenenti allo Spazio economico europeo (EEA) – per incrementare i livelli di cooperazione e gli impegni in materia di riduzione delle emissioni di gas serra, allo scopo di ridurre queste ultime del 40% entro il 2030, rispetto ai livelli misurati nel 1990 (nel 2018, tale riduzione si è attestata al -23%).

Attualmente, Islanda e Norvegia fanno già parte del Sistema per lo scambio delle quote di emissione dell’UE (ETS UE), a norma del quale viene individuato un tetto alla quantità complessiva di emissioni che gli impianti ad alto consumo di energia e le compagnie aeree possono produrre annualmente; al di sotto di tale soglia, alle imprese vengono assegnate “quote di emissione” liberamente trasferibili a seconda delle necessità. 

Grazie al nuovo accordo, ad Islanda e Norvegia verranno estesi altri due capisaldi legislativi dell’Unione in materia ambientale:

L’accordo dovrà ora essere approvato dal Parlamento islandese.

Per approfondire: il comunicato della Commissione

Articolo precedenteDall’Unione Europea nuovi aiuti allo sviluppo a favore dello Yemen
Articolo successivoPrevisioni d’autunno per l’Unione. È quasi inverno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here