Il programma del Parlamento europeo nella seconda metà del 2017

594

Il Parlamento europeo si prepara ad una serie di argomenti importanti su cui discutere: immigrazione, mercato digitale, clima e molto altro.

Sono molti I punti salienti sul banco di lavoro del Parlamento europeo. Oltre infatti a dover fare il punto sulla situazione dell’Unione, si dovrà discutere su ingenti ed urgenti questioni.

L’immigrazione è una di queste. Si tratta infatti di trovare un modo per gestire il gran numero di immigrati e richiedenti asilo dell’Unione Europea. Il Parlamento europeo  definirà una sua posizione sulla revisione del sistema di asilo di Dublino e voterà sull’accordo raggiunto con il Consiglio sulla trasformazione  dell’ Ufficio europeo di sostegno per l’asilo in un’ Agenzia dell’ Unione Europea per l’asilo. I deputati dovranno inoltre finalizzare l’accordo con il Consiglio circa i controlli sui viaggiatori non UE che attraversano le frontiere esterne dell’Unione.

Combattere il cambiamento climatico è un’altra delle sfide all’ordine del giorno del  Parlamento. Si intende proteggere le foreste e diminuire il numero di Crediti di carbonio che le aziende possono comprare e normalizzare.  Inoltre, per incentivare la fiducia dei consumatori, il PE discuterà delle norme d’etichettatura dei prodotti biologici.

Discussioni anche nel campo economico e sociale. Il PE voterà per estendere il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), inteso a stimolare la crescita economica a lungo termine e la competitività per l’Europa,  che prevede 500 miliardi di euro fino al 2020 in investimenti privati e pubblici. Sul versante sociale, si intende migliorare la condizione sociale dei genitori, garantendo un giusto equilibrio tra lavoro e famiglia. Inoltre, nuove norme sono previste per i lavoratori distaccati, ovvero i dipendenti di un’azienda mandati a lavorare in un altro Stato UE.

Il Parlamento discuterà anche del mercato digitale, di promozione dell’e-commerce, dei servizi on line e dell’utilizzo dei cookies. In tema di trasparenza fiscale, il PE finalizzerà l’adozione di modifiche alla legislazione sul riciclaggio di denaro al fine di lottare più efficacemente contro il finanziamento del terrorismo.

Infine, il Parlamento sceglierà in questa fine anno il vincitore del premio Sakharov 2017 per la libertà di pensiero.

Per approfondire: http://www.europarl.europa.eu/news/it/headlines/eu-affairs/20170705STO79038/cosa-succedera-al-parlamento-europeo-nella-seconda-meta-del-2017

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here