Giornata internazionale di commemorazione in ricordo delle vittime dell’Olocausto

69

La Risoluzione 60/7 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, votata il 1° novembre 2005, ha istituito il Programma di sensibilizzazione sull’Olocausto e ha designato il 27 gennaio come Giornata internazionale di commemorazione delle vittime dell’Olocausto, in memoria di quel 27 gennaio 1945, data in cui venne liberato il campo di concentramento di Auschwitz. Oggi, quella data è celebrata a livello internazionale per non dimenticare una delle pagine più buie della storia europea e perché l’Olocausto rimanga “un monito per tutti i popoli sui pericoli causati dall’odio, dal fanatismo, dal razzismo e dal pregiudizio”. 

Nel 2024, Le Nazioni Unite hanno dedicato la giornata al “Riconoscimento dello straordinario coraggio delle Vittime e dei Sopravvissuti dell’Olocausto”, di tutti coloro che si opposero alla barbarie del nazismo, nonostante i rischi considerevoli.  Molti i ricordi, in particolare disegni e dipinti, sono infatti sopravvissuti alla guerra, costituendo testimonianze vivide del coraggio e della resistenza contro il progetto disumano nazista di cancellare un intero popolo.        

Queste le parole dell’ONU per la giornata di quest’anno: “Onoreremo la loro eredità attraverso la condivisione delle loro storie e la preservazione della loro storia. Nel ricordo di tutte le vittime e dei sopravvissuti, intensificheremo i nostri sforzi per contrastare la negazione dell’Olocausto, l’antisemitismo e il razzismo”

Per saperne di più: 27 Gennaio. Giornata Internazionale di commemorazione in ricordo delle vittime dell’OlocaustoOutreach Programme oh the Holocaust  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here