Galileo lancia due nuovi satelliti

Il 21 agosto scorso, il programma di navigazione satellitare dell’UE, ha lanciato nello spazio due nuovi satelliti, arrivando a un totale di sei.

Il lancio rappresenta un passo importante verso la costruzione di un vero e proprio sistema europeo di navigazione satellitare.

I due satelliti sono di proprietà integrale dell’UE: si tratta dei primi che hanno queste caratteristiche a cui presto se ne aggiungeranno altri consentendo un importante miglioramento della disponibilità e della copertura del segnale di Galileo e rendendo più vicina la fase di piena operatività del programma.

Ferdinando Nelli Feroci, commissario europeo responsabile per l’Industria e l’imprenditoria ha sostenuto che il lancio “segna l’inizio della fase di piena capacità operativa di Galileo” sottolineando come esso dia “nuovo impulso a un progetto realmente europeo fondato sulle risorse dei Paesi dell’UE per massimizzare i benefici a vantaggio dei cittadini”.

“Galileo – ha detto ancora Nelli Feroci – opera alle frontiere della tecnologia e fornisce applicazioni che presentano enormi potenzialità economiche a sostegno degli obiettivi UE in materia di crescita e competitività”.

In relazione al programma di navigazione satellitare, gli obiettivi della Commissione consistono nell’arrivare entro la fine del decennio alla piena costellazione di 30 satelliti in condizioni operative (tra cui sei satelliti di ricambio posizionati in orbita).

Per promuovere lo sviluppo economico e massimizzare i benefici socioeconomici attesi, la Commissione intende aggiornare il piano d’azione dell’UE relativo alle applicazioni del sistema di navigazione satellitare globale e proporre nuove misure per promuovere l’uso di Galileo.

Clicca qui per saperne di più

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here