Egitto e diritti umani: il Parlamento europeo invita l’Unione ad agire per la giustizia

335

La risoluzione censura le violazioni avvenute nel Paese, con particolare riguardo ai casi Regeni e Zaki

Nel corso dell’ultima plenaria di dicembre 2020, il Parlamento europeo ha adottato una risoluzione non legislativa con la quale ha preso posizione in merito alle violazioni dei diritti umani che hanno avuto luogo in Egitto, con particolare riguardo ai casi di Giulio Regeni e Patrick George Zaki.

In merito al caso Regeni, i deputati hanno richiesto all’Unione di sollecitare le autorità egiziane a cooperare con la giustizia italiana fornendo gli indirizzi dei quattro agenti dei servizi di sicurezza egiziani attualmente indagati per il rapimento e l’omicidio del ricercatore italiano, sottolineando come la ricerca della verità sia un dovere imperativo dell’UE e dei suoi membri ed esprimendo il proprio sostegno “politico e umano” alla famiglia Regeni.

In merito alla detenzione di Zaki, la risoluzione sottolinea l’abnormità del continuo ricorso alla proroga della detenzione, come avvenuto negli ultimi 10 mesi, e chiede il ritiro delle accuse rivolte allo studente nonché la sua immediata scarcerazione.

I deputati hanno invitato l’Unione a intraprendere azioni diplomatiche rapide e decise per spingere le autorità del Cairo ad avviare un’indagine indipendente sulle violazioni dei diritti umani in corso nel Paese e ad assicurare alla giustizia i responsabili di tali violazioni.

La risoluzione è stata approvata con 434 voti favorevoli, 49 contrari e 202 astensioni.

Hanno votato a favore pressoché tutti i deputati presenti di: Alleanza Progressista dei Socialisti e dei Democratici, Verdi Europei – Alleanza Libera Europea, Renew Europe e Sinistra Unitaria Europea/Sinistra Verde Nordica. Si è astenuta la gran parte dei deputati presenti del Partito Popolare Europeo e dei Conservatori e Riformisti Europei.

Tutti gli eurodeputati italiani presenti hanno votato a favore.

Per approfondire: il comunicato del Parlamento europeo, il testo della risoluzione approvata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here