Diari d’Europa #153 – Clima, il giorno del sorpasso

22

Clima, il giorno del sorpasso

Ogni anno gli studi fatti dagli ambientalisti e da coloro che misurano costantemente l’andamento ecologico del nostro Pianeta, ci informano della data del “giorno del sorpasso”. Significa che quel giorno l’umanità ha consumato tutte le risorse biologiche che il Pianeta è in grado di produrre e rinnovare nell’arco di 12 mesi.

Quest’anno, la fatidica data è giunta il 22 agosto, mettendo in evidenza il fatto che l’umanità consuma il 60% in più di quanto il Pianeta possa rinnovare e produrre.

Ma la buona notizia, se cosi’ si puo’ dire, sta nel fatto che quest’anno il giorno del sorpasso è giunto un mese più tardi rispetto al 2019, grazie al lockdown imposto dalla pandemia di coronavirus. Un ritardo che ci deve far riflettere non solo sull’urgenza di misure adeguate per rispettare i cicli della Terra e ridurre i consumi, ma anche sui nostri comportamenti individuali, che, come ci ha dimostrato il coronavirus, si possono responsabilmente modificare. Si ridurrebbe in tal modo il nostro costante “debito” con il Pianeta.