Dall’Unione Europea nuovi aiuti internazionali per oltre 600 milioni di Euro

247

L’Unione Europea si conferma tra i leader internazionali nell’erogazione di aiuti in situazioni di crisi, stanziando nelle ultime settimane oltre 600 milioni di Euro per far fronte a tre diversi scenari di emergenza:

  • 550 milioni di Euro finanzieranno l’operato del Fondo Mondiale, l’organizzazione internazionale creata nel 2002 per coordinare a livello globale gli interventi contro la diffusione delle più gravi malattie infettive, tra le quali AIDS, malaria e tubercolosi. Finanziato da oltre 60 Paesi di tutto il Mondo, si stima che il Fondo abbia già contribuito a salvare 27 milioni di vite; l’obiettivo prefissato è quello di salvarne altre 16 milioni nel prossimo quadriennio, prevenendo l’insorgenza di oltre 230 milioni di nuove infezioni.
  • 50 milioni di Euro andranno a rafforzare la cooperazione bilaterale tra UE e Nigeria finanziando interventi di assistenza umanitaria nei confronti delle popolazioni del nord-est del Paese, un’area particolarmente colpita da estremismi e violenze a matrice religiosa-tribale che hanno costretto migliaia di individui ad abbandonare le proprie abitazioni.
  • 9 milioni di Euro alimenteranno le iniziative di assistenza umanitaria alle popolazioni del Myanmar costrette a sfollare a causa dei conflitti intercorrenti tra truppe governative e gruppi armati ribelli, in particolar modo negli stati di Kachin e Shan – dove si stima in oltre 100.000 il numero degli sfollati – e in Rakhine – ove tale numero sale sino a 600.000, principalmente appartenenti al gruppo etnico Rohingya.

Per approfondire: gli aiuti al Fondo Mondiale, gli aiuti alla Nigeria, gli aiuti in Myanmar

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here