Dall’Unione Europea nuovi aiuti allo sviluppo per oltre 900 milioni di Euro

238

L’Unione europea conferma la propria leadership globale nel settore della cooperazione internazionale e degli aiuti allo sviluppo: la Commissione europea ha infatti recentemente disposto lo stanziamento di più di 900 milioni di Euro a finanziamento di 5 diversi pacchetti di aiuti. In dettaglio:

  • 663 milioni di Euro finanzieranno la prosecuzione del programma di assistenza umanitaria dell’Unione ai rifugiati siriani in Turchia denominato “Rete di sicurezza sociale di emergenza“, realizzato in collaborazione con il World Food Programme, la Mezzaluna Rossa ed il governo turco; si tratta del maggior programma umanitario mai realizzato dall’Unione europea, parte integrante del piano europeo di assistenza “EU Facility for Refugees in Turkey”;
  • 150 milioni di Euro supporteranno la Tunisia nel completamento del piano di riforme in corso, volto a contrastare la corruzione, migliorare le performance della pubblica amministrazione, promuovere l’occupazione – in particolar modo giovanile – e rafforzare il sistema di protezione sociale del Paese;
  • 53 milioni di Euro saranno destinati allo Zimbawe, ove finanzieranno – attraverso l’Health Development Fund (HDF) dell’UNICEF – l’erogazione di assistenza sanitaria di base e il miglioramento della capacità di prevenzione e ricostruzione del Paese in caso di disastri e calamità naturali;
  • 25 milioni di Euro finanzieranno due differenti programmi di riforma perseguiti dalla Repubblica di Moldavia, volti rispettivamente a modernizzare e rendere più trasparenti le istituzioni amministrative del Paese e a promuovere lo sviluppo del suo sistema agricolo;
  • 2 milioni di Euro consentiranno di fornire ai migranti che attualmente si trovano in Bosnia-Herzegovina cibo, assistenza sanitaria di base e abbigliamento adeguato per affrontare gli imminenti rigori invernali.

Il recente Eurobarometro 494 ha rilevato un ampio consenso da parte dei cittadini europei nei confronti delle politiche di cooperazione allo sviluppo perseguite dall’Unione: ben 9 cittadini dell’Unione su 10 ritengono importante perseguire politiche di sostegno rivolte agli abitanti dei Paesi in via di sviluppo e per 7 su 10 che tali politiche contribuiscono efficacemente a ridurre le disuguaglianze e a contenere la migrazione irregolare. 

Per approfondire: il comunicato della Commissione, gli aiuti ai rifugiati siriani in Turchia, gli aiuti allo sviluppo in Tunisia, gli aiuti allo Zimbawe, gli aiuti allo sviluppo in Moldavia, gli aiuti alla Bosnia-Herzegovina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here