Consiglio: relazione annuale sui diritti umani

1012

La relazione annuale del Consiglio sui diritti dell’uomo e la democrazia ha dato al ministro finlandese agli Affari comunitari, Paula Lehtomà ¤ki, l’occasione di insistere la settimana scorsa a Strasburgo di fronte al Parlamento europeo sull’attaccamento dell’Unione europea al rispetto universale delle libertà   fondamentali e sul ruolo che la loro promozione puಠavere nella lotta contro il terrorismo. La Lehtomà ¤ki ha ricordato alcuni principi fondamentali che devono ispirare l’azione dell’Unione europea e devono trovare un’applicazione trasversale in tutte le politiche dell’Unione: opposizione alla pena di morte, promozione della libertà   di parola e dei diritti delle donne e ascolto delle vittime di tali violazioni. Il Commissario alle Relazioni esterne, Ferrero-Waldner, si rallegra per il fatto che la questione dei diritti dell’uomo sia stata integrata nelle prospettive finanziarie 2007-2013, e che la clausola dei diritti sul rispetto dei diritti umani iscritta negli accordi con Paesi terzi permetta “nuove forme di dialogo”.
Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here