Approvata la nuova direttiva sul diritto d’autore

227

Maggiori tutele per gli autori, diritti per gli utenti e responsabilità per gli intermediari

Lo scorso 15 aprile il Consiglio dell’Unione europea ha approvato la nuova direttiva in tema di diritto d’autore. La direttiva conclude un iter iniziato nel settembre 2016, con la prima proposta della Commissione, e aggiorna le precedenti norme che risalivano al 2001.
Questa direttiva adegua la materia del copyright all’attuale mondo digitale. Il presidente Juncker ha dichiarato che questa riforma da all’UE delle norme chiare che garantiscono la necessaria protezione e remunerazione agli autori e la responsabilità per le piattaforme, inserendosi, in tal senso, nell’iter di costruzione del mercato unico digitale in Europa. La nuova direttiva permetterà, inoltre, agli utenti di caricare legalmente contenuti online con particolare attenzione ad alcune forme espressive che si rifanno a opere appartenenti a terzi, quali i meme o le parodie.
La riforma si inserisce, dunque, in un più ampio progetto di adeguamento delle norme all’era digitale, essendo accompagnata da norme che permettono di fruire in ogni paese membro dei contenuti acquistati, eliminando il c.d. geoblocking.
Si sottolinea come la Commissione avesse, già nel 2016, raccolto dei dati secondo i quali il 57% degli utenti consultava articoli di giornali tramite social network o motori di ricerca, il 49% ha avuto accesso a contenuti audio o video online, dati che, dal 2016 ad oggi, sono ulteriormente aumentati. Da qui la necessità di tale riforma.

PER SAPERNE DI PIU
Il comunicato della Commissione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here