Aiuti umanitari: 1,5 miliardi di euro dalla Commissione europea

135

La Commissione europea ha recentemente adottato il budget per gli aiuti umanitari relativo all’anno 2022, con una dotazione di 1,5 miliardi di euro. L’azione dell’Istituzione europea si inserisce nel quadro tracciato dalla Comunicazione 2021(110), che propone una serie di linee direttrici tese al rafforzamento della risposta dell’Unione alle situazioni di crisi in termini di fornitura di aiuti umanitari.

Le rubriche di spesa evidenziano la natura globale di tale strumento. 469 miliardi di euro saranno destinati all’Africa subsahariana, con particolare attenzione al Sahel, alla Repubblica Centrafricana, al bacino del Lago Ciad, al Corno d’Africa e alla Repubblica Democratica del Congo; 351 milioni saranno invece allocati per progetti in Medio Oriente e Nord Africa, dove i dossier più complessi sono situati in Siria e Yemen; all’area dell’Europa Sud-orientale e al Vicinato europeo spetteranno 152 milioni di euro, mentre 188 milioni saranno attribuiti all’Asia e all’America Latina. La flessibilità accordata dai restanti 370 milioni di euro permetterà all’Unione di rispondere alle eventuali ulteriori situazioni di emergenza che si dovessero prospettare nel corso dell’anno. Il 10% delle risorse messe a disposizione per tutte le aree geografiche dovrà essere volto a tutelare il diritto all’istruzione in contesti di crisi.

Tali risorse si aggiungono ai 268,3 milioni di euro già allocati dall’Unione nel 2021 nell’ambito di progetti volti a sostenere il popolo afghano in settori cruciali, tra cui l’istruzione e la sanità pubblica.

Per saperne di più: i comunicati della Commissione sul bilancio 2022 per gli aiuti umanitari e sul sostegno al popolo afghano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here