A Oslo la solidarietà   dell’UE

1029

Nelle ore successive agli attentati di Oslo e Utoya che sono costati la vita a 91 persone e che hanno causato numerosi feriti, le massime cariche istituzionali comunitarie hanno fatto pervenire messaggi unanimi al di condanna per il gesto dell’«estremista cristiano» Anders Breivik.
Il presidente della Commissione Europea Manuel Barroso ha parlato di «evento inatteso per la Norvegia, notoriamente costruttrice di pace tanto dentro i suoi confini quanto all’estero» esprimendo profondo cordoglio al popolo norvegese, alle famiglie delle vittime e al primo ministro Jens Stoltenberg.
«Profondamente scioccato per un atto vigliacco e senza giustificazione» si è detto il presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy mentre il premier polacco Donald Tusk, presidente di turno dell’UE, ha voluto esprimere ai cittadini norvegesi la solidarietà   del popolo polacco e della società   tutta. «Fedeli allo spirito che ha unito i nostri popoli – ha detto Tusk – condividiamo la tristezza e il dolore della nazione norvegese».
Infine il presidente del Parlamento Europeo Jerzy Buzek, esprimendo anch’egli il suo profondo cordoglio e la sua solidarietà   al popolo norvegese, ha ribadito che «il terrorismo non riuscirà   mai a cambiare i valori fondanti dell’Europa, unita nel combattere questo fenomeno e le sue deprecabili azioni».

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here