Trattato: ratifica della Germania, in attesa dell’Irlanda

In attesa dell’esito del secondo referendum irlandese, il processo di ratifica del Trattato di Lisbona è proseguito con l’atto di ratifica della Germania avvenuto dopo un lungo e complesso iter, che ha richiesto una modifica della legge di accompagnamento del Trattato.
Nel giugno scorso, infatti, la Corte costituzionale tedesca aveva chiesto alcune modifiche alle leggi di accompagnamento. La Camera bassa del Parlamento tedesco, il Bundestag, aveva poi approvato tale legge lo scorso 8 settembre, cui sono seguite l’approvazione da parte della Camera alta dei rappresentanti regionali tedesca, il Bundesrat, e la firma delle leggi di accompagnamento da parte del presidente della Repubblica, Horst Koehler. Infine, il 25 settembre, l’atto di ratifica della Germania è stato depositato a Roma, dove sono custoditi i trattati istitutivi delle Comunità   europee.
Secondo alcuni osservatori, perà², l’eccezione sollevata in Germania potrebbe ripetersi in altri Stati membri dell’UE compromettendo il Trattato di Lisbona, mentre anche in Germania la questione potrebbe essere riaperta in merito al nuovo testo approvato e quindi potrebbe essere richiamata a pronunciarsi la Corte Costituzionale.
Affinchà© il processo di ratifica del Trattato di Lisbona sia completato, si attende ora l’esito del referendum che si terrà   in Irlanda il 2 ottobre prossimo. Gli ultimi sondaggi danno il «sì» al 48%, i «no» al 33% e gli indecisi al 19%, quindi il Trattato dovrebbe essere approvato anche se gli indecisi sono in diminuzione negli ultimi giorni e i «no» in aumento. Il governo irlandese ritiene che il timore di isolamento economico in periodo di crisi, particolarmente sentito in Irlanda, possa giocare a favore dell’approvazione.
Dopo l’avvenuta conclusione del processo di ratifica tedesco, dunque, dall’esito del referendum irlandese dipenderà   ora il destino del Trattato di riforma dell’UE, dal momento che i presidenti «euroscettici» di Polonia e Repubblica Ceca (gli unici Stati membri che insieme all’Irlanda non hanno ancora ratificato il Trattato di Lisbona) hanno dichiarano che firmeranno la ratifica solo se il risultato del referendum irlandese andrà   in questa direzione.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here