Rivedere lo Small Business Act per sostenere le PMI

Nell’UE circa 23 milioni di piccole e medie imprese (PMI) occupano il 67% della forza lavoro del settore privato. Le PMI, che rappresentano il 99% di tutte le aziende europee e danno lavoro a oltre 90 milioni di persone, possono dare un contributo fondamentale alla realizzazione della strategia Europa 2020.
Al fine di permettere alle PMI di svilupparsi e creare occupazione nel 2008 è stato lanciato lo «Small Business Act» (SBA), che definisce le linee dell’azione che l’Unione Europea intende condurre a favore delle PMI. Tra il 2008 e il 2010 la Commissione e gli Stati membri hanno messo in atto nel quadro dello SBA iniziative dirette a ridurre gli oneri amministrativi, a facilitare il finanziamento delle PMI e a favorire il loro accesso a nuovi mercati. Un recente riesame della politica europea ha evidenziato i numerosi vantaggi derivanti dallo SBA, che ha semplificato la creazione di nuove imprese nell’UE abbassandone anche i costi. «La maggior parte delle iniziative previste dallo SBA sono state avviate, ma se si guarda a quanto è stato fatto finora appare chiaro che bisogna fare di più per incoraggiare l’imprenditorialità   e sostenere le PMI esistenti» osserva perಠla Commissione Europea.
Per riconquistare il terreno perduto durante la crisi economica, con la perdita di circa 3,25 milioni di posti di lavoro, queste aziende hanno quindi bisogno di aiuto. Al fine di realizzare l’obiettivo europeo di un tasso di occupazione del 75% entro il 2020 è dunque di cruciale importanza aiutare le PMI a crescere e a creare lavoro.
Alcuni dei problemi che le imprese più piccole devono affrontare riguardano i finanziamenti, gli oneri amministrativi e l’accesso ai mercati in altri Paesi, sia nell’UE che nel resto del mondo. Le nuove proposte comprendono allora misure per: ridurre ulteriormente la burocrazia; migliorare la normativa europea, mediante un test Pmi per le proposte legislative della Commissione; migliorare l’accesso ai finanziamenti; aiutare le PMI ad accedere ai mercati mondiali; armonizzare l’imposta sulle società  ; promuovere l’imprenditorialità   e la creazione di occupazione, riducendo a un mese il tempo necessario per ottenere licenze e permessi.
L’analisi propone inoltre un controllo più efficiente delle iniziative dei governi nazionali per mettere in atto lo SBA.

Approfondisci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here