Migrazioni e media: Rapporto dell’Associazione Carta di Roma

1192

È stato presentato il 19 dicembre scorso presso la Camera dei deputati, il secondo Rapporto annuale dell’Associazione “Carta di Roma”, nata nel dicembre 2011 per dare attuazione al protocollo deontologico per una informazione corretta sui temi dell’immigrazione, siglato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti (CNOG) e a Federazione Nazionale della Stampa Italiana (FNSI) nel giugno del 2008.

Il titolo scelto per il documento “Notizie alla deriva” è fortemente rappresentativo di un quadro generale in cui le notizie seguono il flusso della cronaca senza offrire una visione di insieme che contestualizzi i fenomeni.

L’elaborazione dei dati è stata realizzata dalle università di Bologna, Torino e Roma che hanno monitorato per tutto il corso del 2013 una campione significativo di testate giornalistiche, registrando il raddoppio delle notizie su migranti e migrazioni rispetto all’anno precedente.

Aumentano le informazioni e le notizie che vengono seguite dai media per periodi medio – lunghi, ma le notizie «episodiche» continuano ad essere prevalenti (61% del totale delle notizie tematiche).

Nel 2013, così come nell’anno precedente, poi, il migrante continua ad essere rappresentato come «vittima passiva degli avvenimenti», costretto a migrazione passiva e passivamente fruitore di servizi e iniziative.

Molto presenti nella trattazione del tema immigrazione sono le notizie che riguardano legislazione, amministrazione (53% del totale) e flussi migratori (34% del totale). Pesa su questo dato il naufragio di Lampedusa dell’ottobre 2013, ma anche alcuni eventi che lo hanno seguito: da Mare Nostrum al dibattito sulla legge Bossi – Fini, dall’abolizione del reato di clandestinità alle polemiche sui Centri di Identificazione ed Espulsione (CIE).

Clicca qui per saperne di più

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here