Mercoledì 1 maggio – Festa del lavoro e dei lavoratori

108

Si celebra oggi, mercoledì 1 maggio, la Festa del lavoro e dei lavoratori.

La data venne scelta dalla Seconda internazionale socialista nel 1889, nell’anniversario della violenta repressione di una manifestazione di lavoratori nella città di Chicago ad opera della polizia locale che causò diverse vittime tra i manifestanti (Haymarket Affair).

In Italia, la prima celebrazione ebbe luogo nel 1891; soppressa nel corso del Ventennio fascista, venne poi reintrodotta al termine del Secondo conflitto mondiale.

Nel 1947, proprio in occasione della Festa dei Lavoratori avvenne l’eccidio di Portella della Ginestra, in Sicilia, allorchè una banda di criminali guidati da Salvatore Giuliano aprì il fuoco su operai e contadini riuniti per manifestare, uccidendo undici persone e ferendone parecchie altre.

Lavoro e lavoratori in UE

Nel 2023 il tasso di occupazione tra la popolazione della fascia d’età 20-64 nell’Unione europea si è attestato al 75,3%, con forti differenze sia a livello di genere (è occupato l’80,4% degli uomini e il 70,2% delle donne) sia tra i diversi Paesi dell’UE. L’Italia risulta, ahinoi, il Paese con il più basso tasso di occupazione, pari al 66,3%; i Paesi Bassi risultano invece il Paese con il tasso di occupazione più elevato, raggiungendo la soglia dell’83,5%.


Per quanto concerne le retribuzioni, il costo medio del lavoro nell’UE (considerate le imprese con almeno 10 dipendenti) si è attestato, sempre nel 2023, a 31,8 euro orari. Le differenze tra i diversi Paesi si fanno, in questo caso, anche più marcate: si oscilla, infatti, tra i 9,3 euro orari della Bulgaria e i 53,9 euro orari del Lussemburgo. L’Italia si colloca, se pur di poco, al di sotto della media UE, fermandosi a 29,8 euro orari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here