L’Unione Europea stanzia nuovi aiuti per le popolazioni del Sahel

264

Sette Paesi dell’area beneficeranno dell’iniziativa umanitaria

La Commissione europea ha recentemente deliberato lo stanziamento di un nuovo pacchetto di aiuti da 152 milioni di Euro, destinato a finanziare iniziative di assistenza umanitaria in sette Paesi della regione del Sahel, colpiti da conflitti armati, carestie e dalle conseguenze dei cambiamenti climatici: 28 milioni saranno utilizzati in Nigeria, 27,2 milioni in Chad, 23,55 milioni nel Mali, 23,15 milioni in Niger, 17,8 milioni in Camerun, 15,7 milioni di Euro in Burkina Faso e 11,15 milioni in Mauritania.

Le risorse verranno prioritariamente destinate a:

  • garantire la sufficienza alimentare, messa a repentaglio da prolungati periodi di siccità, raccolti scarsi e prezzi elevati degli alimenti principali.
  • fornire assistenza sanitaria di base, aiutando i quasi 3 milioni di bambini dell’area che soffrono le conseguenze della malnutrizione prolungata, portando avanti iniziative di sensibilizzazione in merito alle diagnosi precoci e supportando i sistemi sanitari nazionali.
  • allestire un sistema di risposta efficace, preparando le comunità locali a rispondere efficacemente alle future, eventuali calamità.

5,5 milioni di Euro, infine, sosterranno i costi di un’iniziativa transnazionale di lotta alla malnutrizione che coinvolgerà Burkina Faso, Mali, Mauritania e Niger.

Con quest’ultimo stanziamento, l’ammontare complessivo degli aiuti umanitari stanziati dall’Unione europea per le popolazioni del Sahel nel biennio 2018 – 2019 ha superato i 423 milioni di Euro, confermando l’Ue ai vertici dei donatori a livello internazionale.

Per approfondire: il comunicato della Commissione europea

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here