Le posizioni di Juncker sulla ratifica e sulla direttiva Bolkestein

909

Presentando il programma di lavoro della sua Presidenza al Parlamento Europeo Jean-Claude Juncker ha ribadito il carattere prioritario della ratifica del Trattato Costituzionale (un trattato “nà© di sinistra nà© di destra”) e ha invitato la Commissione ad essere forza motrice di questo processo e il Parlamento ad avere un ruolo attivo. Tutti devono fare prevalere l’interesse comune su quello nazionale nel rispetto dell’equilibrio istituzionale triangolare.
Tra i temi toccati da Juncker nel suo discorso vanno ricordati il sisma asiatico (che non deve farci dimenticare la lotta alla povertà   in altre zone del pianeta), la Strategia di Lisbona (di cui bisogna chiarire le finalità  ), il Patto di stabilità   e crescita (da riformare ed applicare) e le prospettive finanziare (sulle quali bisogna trovare un accordo entro giugno).
Approfondisci

Il presidente di turno ha richiesto a Consiglio, Commissione e Parlamento di fare “un comune sforzo di analisi” della direttiva Bolkestein sui servizi nel mercato interno per eliminarne ogni implicito rischio di “dumping sociale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here