La Francia chiede all’ONU di utilizzare tutti i mezzi necessari nella lotta all’ISIS

1236

La Francia ha recentemente presentato al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite una risoluzione con cui ha lanciato un appello rivolto a tutti gli Stati ad aumentare e coordinare i loro sforzi per prevenire ed evitare attacchi terroristici commessi nello specifico dall’organizzazione dell’autoproclamato Stato Islamico dell’Iraq e della Siria (ISIS).

François Delattre, Ambasciatore francese presso le Nazioni Unite, ha affermato che il proprio Paese ha proposto una breve ed efficace bozza di risoluzione incentrata su un obiettivo prioritario: la lotta contro il nemico comune, l’ISIS. Il diplomatico ha aggiunto che l’eccezionale minaccia senza precedenti posta da questo gruppo armato nei confronti dell’intera comunità internazionale richiede una risposta forte, unitaria e priva di ambiguità da parte del Consiglio di Sicurezza.

La risoluzione chiede altresì agli Stati che possiedono le capacità militari necessarie di prendere tutte le misure necessarie per fermare gli atti terroristici portati avanti dall’ISIS e dai gruppi legati ad Al-Qaeda sul territorio controllato dal cosiddetto Stato Islamico in Siria e in Iraq, rimanendo nelle norme previste dal diritto internazionale.

Un diplomatico ha informato l’Agence France Press che la risoluzione non è volta a richiedere un’autorizzazione ufficiale all’ONU per combattere l’ISIS in Medio Oriente, bensì a ricevere un sostegno politico per le operazioni che si terranno nel prossimo futuro. La fonte dell’AFP ha, inoltre, affermato che il fondamento legale per i raid aerei compiuti dalla Francia risiede nell’Articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite, che consente a qualsiasi Paese di difendersi da attacchi esterni.

La risoluzione francese domanda, infine, agli Stati di intensificare i propri sforzi per fermare il flusso di foreign fighters verso l’Iraq e la Siria, e di evitare e prevenire ogni tipo di finanziamento al terrorismo.

Approfondisci

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here