Il CESE premia i valori e il patrimonio culturale europei

427

Nell’ambito dell’Anno europeo del Patrimonio culturale, il CESE, il 13 dicembre scorso, ha conferito il Premio “Società civile 2018” a cinque progetti che meglio hanno risposto al tema “Identità, valori europei e patrimonio culturale in Europa”.
Il concorso ha attirato 150 candidature da 27 Stati membri dell’Unione Europea animati dall’entusiasmo di onorare le diverse identità, promuovere il ricco patrimonio culturale e rassodare i valori europei contrastando movimenti isolazionisti e fondati sulla paura.

Un comitato di valutazione composto da dieci esperti ha scelto i vincitori e il premio in denaro di 50.000€ è stato ripartito tra i cinque Paesi per incoraggiarli a dare ulteriore impulso al loro lavoro comunitario:
• 1° premio (14.000€): Progetto “Tastes of Danube – Bread Connects” (Germania).
• 2° premio (9.000€): Iniziativa “SWANS” (Germania).
• 3° premio (9.000€): Iniziativa “Eco-Museum” promosso dalla cooperativa sociale Aria Nuova (Italia).
• 4° premio (9.000€): Organizzazione “Safe Passage” (Regno Unito).
• 5° premio (9.000€): Festival annuale di cortometraggi “Balkans Beyond Borders” (Grecia).

Luca Jahier, presidente del Comitato economico e sociale europeo ha fatto della cultura uno degli elementi fondanti della sua presidenza. Commentando il premio, ha sottolineato il potenziale enorme dei valori comunitari e del patrimonio culturale europeo, capaci di unire e di aprire alle diversità. Elementi vitali per guarire le divisioni interne, superare le insoddisfazioni che favoriscono l’avvento del nazionalismo e promuovere un secondo Rinascimento europeo.

Per approfondire: Comitato economico e sociale europeo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here