Diari d’Europa #90 – La laurea di Malala

41

La laurea di Malala

Era il 2012 quando la giovanissima Malala Yousafzai veniva ferita gravemente dai talibani in Pakistan, il suo Paese d’origine. Malala aveva l’unico torto di essere donna e di battersi senza paura per l’accesso all’istruzione di tutte le bambine e le adolescenti del mondo. 

Accolta e curata in Gran Bretagna, Malala ha ricevuto il Premio Nobel per la pace nel 2014 a soli 17 anni e non ha mai smesso di farsi portavoce dei diritti delle donne. 

Venerdi’ 19 giugno Malala si è laureata a Oxford in filosofia e scienze politiche. Un traguardo significativo di coraggio e di tenacia nella difesa di un credo di giustizia sociale e di parità di genere. 

Ma la laurea di Malala ci ricorda anche, in questo periodo cosi’ difficile di coronavirus, quanto importante sia garantire l’accesso alla scuola a tutti i bambini. Fra le tante discriminazioni economiche e sociali che la pandemia continua a generare, si fa sempre più inquietante l’apparire di una povertà educativa che esclude ormai, dalla scuola, un bambino su cinque nel mondo.