Diari d’Europa #500 – Chiare, fresche, dolci acque…minerali

64

Così cantava, intorno al 1340, Francesco Petrarca in quel di Vaucluse, in Francia. Chissà se oggi a quei tre affettuosi aggettivi non sarebbe tentato di associare anche quello di “minerali”. Probabilmente no, tanto è lontano il mondo delle acque minerali dalla poesia, immerso com’è nella prosa degli affari.
E sono affari consistenti quelli delle acque minerali, in particolare in Italia dove siamo secondi al mondo per il consumo pro-capite con 222 litri all’anno, grazie anche al prezzo più basso d’Europa (20 centesimi al litro). Siamo anche al secondo posto per le esportazioni in Europa, dietro la Francia, e terzi nel mondo.
Se ci fossero le olimpiadi dell’acqua non scenderemmo dal podio,
tutta un’altra storia invece nella classifica sulla produzione di rifiuti di plastica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here