Diari d’Europa #24 – Europa, terra di competizioni

20

Europa, terra di competizioni

Mentre in Italia si stenta a mettere fine alla surreale disputa sulle competizioni calcistiche, senza le quali sembrerebbe impossibile vivere proprio mentre per molti è ancora possibile morire, nel resto dell’Europa molte competizioni sportive sono rinviate, se andrà bene, dopo l’estate come nel caso del ciclismo e di altri sport.
Ci sono però altre competizioni che fremono ai blocchi di partenza, quelle che non vedono l’ora di tornare ai profitti del passato e premono per ripartire subito, meglio ancora se prima degli altri.
Si trattasse di sport sarebbero gare truccate per i vantaggi di qualche concorrente a spese degli altri: trattandosi dei mercati vinca, se non il migliore, almeno quello che parte prima.
Come stanno provando a fare i soliti Paesi del centro-nord, dall’Austria alla Germania fino alla Danimarca e dintorni, mettendo a dura prova anche la malandata Spagna e in imbarazzo l’Italia, alle prese con la precipitosa Lombardia. Motivata molto più da ragioni economiche che sanitarie, come sembra di capire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here