Come proteggere le minoranze in tempo di pandemia

120

Il Comitato economico e sociale europeo (CESE) e il gruppo di studio sull’integrazione dei rom, unendosi all’appello dei membri delle istituzioni UE e della società civile, hanno condiviso le loro preoccupazioni rispetto al peggioramento della situazione delle comunità più emarginate, in particolare dei Rom, in questo delicato e difficile momento. 

La pandemia globale COVID-19 sta imponendo misure di emergenza quali regole igieniche e di distanziamento sociale necessarie per arginare il contagio, ma che per parte della popolazione risultano difficili da rispettare. Molti Rom vivono in povertà, in situazioni abitative precarie o in campi sovraffollati, senza accesso all’acqua pulita e sicura, con difficoltà nel beneficiare delle opportune cure mediche e di dispositivi di protezione individuale. Senza contare altre mancanze che colpiscono le fasce ancor più vulnerabili di queste popolazioni: ad esempio l’assenza di connessioni a Internet e della strumentazione informatica necessaria escludono i bambini Rom delle attività educative online organizzate dalle scuole durante il periodo di chiusura. La pandemia ha imposto restrizioni che hanno aggravato la situazione di deprivazione materiale delle famiglie, spesso legata alla perdita del lavoro già precario o connesso all’economia informale dei genitori, che si trovano ora in situazioni di povertà ancor più gravi.

Alla luce di questo quadro, l’invito rivolto alla Commissione è quello di lavorare congiuntamente ad organizzazioni e volontari degli stati membri impegnati sul fronte, per l’inclusione sociale e l’uguaglianza delle minoranze. Si chiede una maggior la tutela dei diritti fondamentali, con particolare riguardo al diritto alla salute e l’implementazione di azioni e programmi europei a sostegno di queste fragili fasce di popolazione. La raccomandazione è quella di mantenere un continuo dialogo con i rappresentanti delle comunità e organizzazioni rom, che possono essere validi alleati nella definizione di bisogni e risposte alle difficoltà incontrate dalla comunità rom.

Per approfondire: il comunicato del CESE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here